5 consigli per una newsletter che funziona

Alice Tarantola 15 Novembre 2018

5 consigli per una newsletter che funziona

“Le funzioni descrivono, i benefici vendono”
– Roberta Rosenberg, copywriter americana.
L’email marketing è un passaggio decisivo all’interno della tua strategia di comunicazione.
Possiedi un account su Mailchimo e adesso devi affrontare il passo successivo ma non sai come scrivere una newsletter accattivante e di successo?
Vediamo insieme come ottimizzare tutte le tue competenze di copywriter.

 

Vuoi definire la tua strategia di comunicazione per il 2019? 
 Individuare i migliori strumenti e canali da utilizzare?
 Definire il budget da investire?
 Ti regaliamo una consulenza gratuita per capire insieme come impostare il miglior piano marketing per la tua azienda!


{{cta(‘e4d3c841-cd42-4c2d-958d-0a139a3d3d78’)}}

 

mailchimp-logo

Accorciare l’oggetto

 

Uno dei primi dettagli su cui bisogna prestare particolare attenzione è l’oggetto della mail.
Questa breve stringa di contenuto deve introdurre la tua newsletter e permettere al destinatario di comprendere fin da subito il messaggio.
Il miglior modo per rendere chiaro l’oggetto è assicurarsi che sia breve, veritiero e accattivante.
Evita inoltre tutte le parole che potrebbero risultare spam.
Per il resto osa con la fantasia e sbizzarrisciti con le emoticon, senza esagerare però!

 

Non cercare di vendere forzatamente ma spiega e fornisci informazioni

 

All’interno della tua newsletter, devi necessariamente apparire il più interessante possibile in modo tale da attirare più facilmente il destinatario.
Evita di annoiarlo con una vendita troppo aggressiva oppure con i dettagli sulla storia della tua azienda, in una newsletter ciò non è affatto funzionale, anzi rischi solo di allontanare il cliente.
Il contenuto di una mail, in questo caso funziona nel momento il cui fornisci un valore aggiunto, ad esempio dando consigli utili sul tuo settore o informando sulle novità.

 

Utilizza sconti

 

La vendita troppo aggressiva annoia ma devi ricordarti che lo scopo della tua newsletter è comunque quello di arrivare alla vendita del tuo servizio o del tuo prodotto.
Un modo “soft” per proporre la tua azienda può essere quello di mettere a disposizione un’offerte personalizzate o degli sconti speciali.
Il destinatario sarà sicuramente più propenso ad aprire la newsletter e magari ad usufruire della tua promozione.

 

BIG-SALE-768x608

 

Fai domande e metti fretta

 

Un’altra strategia convincente è quella di porre davanti al destinatario un quesito la cui risposta sarà necessariamente un servizio che offri tu.
Fai in modo di creare il desiderio e il senso di bisogno.
Devi risultare il più attraente e professionale possibile agli occhi del destinatario.

 

Font, immagini e call to action

 

Per quanto riguarda il corpo della tua newsletter, scegli un font adeguato e in linea con la tua immagine aziendale.
Ricorda di utilizzare un linguaggio adeguato, professionale ma non eccessivamente specifico per essere sicuro di raggiungere il maggior numero di persone possibile.
Utilizza anche delle immagini che ti aiuteranno ad attirare l’attenzione dei destinatari.
Le fotografie all’interno delle mail devono essere pertinenti all’argomento che stai trattando.
Se hai delle azioni da veicolare ad esempio sul tuo sito web o su una landing page dedicata, utilizza delle call to action come “contattaci” o “Codice sconto”.
Se hai dubbi sull’argomento o vorresti approfondire uno dei punti affrontati precedentemente lasciaci un commento!

Se invece pensi di avere bisogno di una consulenza, contattaci!

Sei interessato ad approfondire l’argomento? Ecco alcuni articoli che potresti trovare interessanti:

5 Errori Da Evitare In Una Newsletter

Perché inserire l’email marketing nella propria strategia

 

Vuoi ricevere notizie, consigli e informazioni sul marketing e la comunicazione?

Iscriviti Subito!

{{cta(’37d4e500-5bae-4073-a565-35dc9eb03be1′)}}

 

 

Articoli Recenti

Chiara Ferragni agli Uffizi: boom di visitatori

Pubblicità in radio nel 2020: si o no?

Credito d'Imposta Investimenti Pubblicitari: 50% dell'intero valore

6 Serie Tv da Non Perdere

Buy Buy Birds: un nuovo e-commerce in città

Twitch voce del verbo streammare

Libreria Inserzioni Facebook: trasparenza a portata di click

Hit Estive: siamo davvero pronti ad una nuova Despacito?

Logo EB Animazione