Logo EB Animazione

L’importanza degli e-commerce durante, e dopo, la quarantena

Pamela Naomi Pederzani 27 Aprile 2020

L’importanza degli e-commerce durante, e dopo, la quarantena

Stiamo raggiungendo la fine del secondo mese trascorso in casa, caratterizzato da lezioni e lavoro svolti totalmente in remoto, e in questo periodo sono cambiate molte cose, sia nel mondo esterno, sia nelle abitudini delle persone. Prima di uscire dalla quarantena e finalmente riprendere la nostra vita “normale” dopo questa pandemia è importante, quindi, capire come si dirigerà il mondo del web d’ora in avanti e quali saranno i trend e le nuove necessità dei consumatori. In questi ultimi mesi vi abbiamo parlato di come le tecnologie e il mondo del digitale abbiano potuto contribuire ed aiutare nella lotta contro il Covid-19, e il ruolo che l’online sta ricoprendo nelle nostre vite è sempre maggiore.

Non possiamo negare che, anche dopo la riapertura delle attività commerciali, la maggior parte di noi preferirà non recarsi di persona in luoghi molto affollati, come centri commerciali o negozi molto frequentati, almeno per il primo periodo. È per questo che gli e-commerce ricopriranno un ruolo essenziale nei prossimi mesi, perché ci permetteranno di fare i nostri acquisti in totale sicurezza.

Durante il periodo del lockdown, numerose attività che prima vendevano solo di persona, hanno aggiunto l’opzione di consegna a domicilio dei loro prodotti, per andare incontro alle esigenze dei consumatori che, non potendo uscire di casa, hanno riscontrato difficoltà nel reperire i beni di cui avevano bisogno. Questo è un trend che rimarrà anche dopo la riapertura, perché questa quarantena ci ha mostrato la comodità di fare i propri acquisti direttamente dal divano del proprio salotto, e ricevere tutto comodamente pochi giorni dopo.

GLI ACQUISTI ONLINE DURANTE IL LOCKDOWN

Il fatto di rimanere tutto il giorno in casa ha cambiato drasticamente le abitudini delle persone. È stato inevitabile trascorrere molto più tempo con il cellulare in mano, e questo ha portato ad un notevole aumento degli acquisti di beni e servizi online. A partire dalla spesa alimentare e dai beni di prima necessità, gli acquisti si sono poi allargati a vestiti, accessori, e beni sicuramente non necessari.

Secondo una ricerca di Nielsen, le vendite della GDO sono cominciate a crescere a fine febbraio, in concomitanza con l’inizio della pandemia. In particolare, è stato rilevato un aumento del 9% di vendite nei supermercati, del 8,6% degli ipermercati e dell’8,2% dei discount. Questa prima fase di aumento degli acquisti di prima necessità è dovuta principalmente a due fattori: la necessità di “fare scorta” di beni alimentari per paura che potessero finire, e l’aumento di pasti consumati a casa, che ha portato ad una maggior richiesta di prodotti da cucina. Dopo questo primo periodo, però, è subito scoppiato il boom degli acquisti online: Il trend delle vendite di prodotti di largo consumo online è notevolmente cresciuto, passando da un 81,0% (rilevato da Nielsen tra lunedì 24 febbraio e domenica 1 marzo) ad un +162,1% (rilevato tra lunedì 23 e domenica 29 marzo). Il 77% delle aziende che vendono online ha dichiarato di aver acquisito nuovi clienti, a dimostrazione che questa situazione ha portato molti consumatori ad avvicinarsi per la prima volta agli acquisti online.

PERCHÈ SARÀ ANCORA PIÙ IMPORTANTE VENDERE ONLINE DOPO LA QUARANTENA

Dopo il lockdown, gli acquisti online prenderanno sempre più piede. Per questo motivo, per le aziende che vendono servizi e prodotti sarà davvero fondamentale disporre di un proprio e-commerce. Ciò darà la possibilità di accrescere il numero di clienti, di aumentare la propria visibilità e, di conseguenza, le proprie vendite.

Per creare un buon sito e gestire al meglio la propria comunicazione online, è sempre meglio rivolgersi a professionisti.

Se hai bisogno di informazioni o consigli, non esitare a contattarci.

Articoli Recenti

Chiara Ferragni agli Uffizi: boom di visitatori

Pubblicità in radio nel 2020: si o no?

Credito d'Imposta Investimenti Pubblicitari: 50% dell'intero valore

6 Serie Tv da Non Perdere

Buy Buy Birds: un nuovo e-commerce in città

Twitch voce del verbo streammare

Libreria Inserzioni Facebook: trasparenza a portata di click

Hit Estive: siamo davvero pronti ad una nuova Despacito?