In che modo i brand stanno tirando fuori la loro creatività durante la quarantena?

Pamela Naomi Pederzani 23 Aprile 2020

In che modo i brand stanno tirando fuori la loro creatività durante la quarantena?

Da Burger King a Nike, da Apple a Jeep: tanti brand stanno cercando modi originali e intelligenti per creare i loro contenuti.

Non c’è dubbio che ci troviamo in una situazione storica che ci ha buttati a capofitto in una nuova realtà, e le aziende devono di conseguenza sforzarsi per mantenere una comunicazione adatta a questo periodo. Oggi, l’idea di trascorrere mesi a sviluppare e girare una pubblicità sembra un sogno irrealizzabile ed appartenente ad un’altra epoca. Ma questo non ha impedito ai grandi brand di affrontare la sfida con soluzioni creative che stanno avendo un grande impatto sulle persone.

BURGER KING: “STAY HOME FOR THE WHOPPER”

Questo spot televisivo che dice alle persone di rimanere a casa e ordinare tramite il servizio delivery è stato interamente creato utilizzando filmati realizzati prima dell’inizio della pandemia, ma, con un riutilizzo creativo delle immagini, è stato riadattato per una campagna specifica per la quarantena. Burger King ha inoltre lanciato una serie di iniziative anche per i Paesi in cui i ristoranti hanno dovuto chiudere. Un esempio è la creazione di video ricette in cui si mostra ai consumatori come realizzare il proprio panino a casa, in pieno stile fast food.

L’azienda ha anche lanciato una campagna sui social media che distribuisce dei buoni per panini Whoppers gratuiti a tutti gli studenti che riescono a rispondere a complicate domande di matematica, scienze e letteratura: un ottimo modo per intrattenersi ed imparare qualcosa!

NIKE: “YOU CAN’T STOP US”

Questo spot di 60 secondi, intitolato “You can’t stop us” è creato con una sequenza di fermo immagini e video inviate da persone comuni che si allenano in casa loro durante il lockdown. È una celebrazione di tutti i modi originali e creativi che le persone stanno trovando per allenarsi e praticare sport a casa propria.

Oltre ai talenti sostenuti da Nike quali LeBron James, cestista statunitense, Ramla Ali, pugile somalo, e Sara Hughes, star del beach volley, questo annuncio si è concentrato soprattutto sulla gente di tutti i giorni, che fa del suo meglio per rimanere in forma senza poter uscire all’aperto. “A quelli che giocano nei salotti. A quelli che giocano nelle cucine. A quelli che giocano nelle camere da letto. Forse non giochiamo per folle gigantesche, ma oggi ci mettiamo in gioco per 7.8 miliardi di persone. Ci mettiamo in gioco per il mondo.”

APPLE: “CREATIVITY GOES ON”

Con un taglio grezzo iniziale assemblato nel corso di un fine settimana e l’intero processo di produzione completato in un vortice di due settimane, la campagna di Apple “La creatività non si ferma” cattura un affascinante spaccato di ciò che la creatività rappresenta in questo momento di quarantena globale. Come nel caso di Nike, le clip del video sono realizzate da clienti Apple e celebrità, e, come nella maggior parte delle loro campagne, il focus non è sul brand, ma sulle emozioni da trasmettere. In questo caso, celebra come l’innovazione e le idee geniali possono prosperare durante il lockdown. I prodotti del marchio vengono quindi sfruttati per produrre idee creative, siano esse legate a dei disegni con l’Ipad, alla produzione di contenuti su MacBook o alla condivisione di idee tramite Facetime.

JEEP: “SAME DAY”

In quarantena ogni giorno sembra uguale a quello precedente. Così Jeep riprende una scena del film Ricomincio da capo con Bill Murray in cui il protagonista rivive sempre lo stesso giorno. Il tutto è stato adattato a questa situazione di lockdown generale, per dare un incoraggiamento ad essere pazienti e a rimandare le uscite al futuro.

Tutti questi brand sono riusciti, attraverso video corti ma originali, a trasmettere forti messaggi che potessero incoraggiare le persone a perseguire i loro valori, e di conseguenza quelli dell’azienda ideatrice dello spot. Oltre a questo, sono tutti focalizzati sul convincere le persone a rimanere a casa e a rispettare l’isolamento in casa propria.

Mai come ora sarà fondamentale puntare sulla propria comunicazione online. Se vuoi informazioni e consigli, contattaci.

Articoli Recenti

Chiara Ferragni agli Uffizi: boom di visitatori

Pubblicità in radio nel 2020: si o no?

Credito d'Imposta Investimenti Pubblicitari: 50% dell'intero valore

6 Serie Tv da Non Perdere

Buy Buy Birds: un nuovo e-commerce in città

Twitch voce del verbo streammare

Libreria Inserzioni Facebook: trasparenza a portata di click

Hit Estive: siamo davvero pronti ad una nuova Despacito?

Logo EB Animazione