L’architettura compatibile con la tecnologia

Alice Tarantola 15 Novembre 2018

L’architettura compatibile con la tecnologia

Strutture circolari, ampie vetrate luminose, saune e parchi attrezzati per ogni tipo di sport.
Sono le case più sfarzose del mondo?
No! Stiamo parlando delle sedi di alcuni dei principali colossi della tecnologia di oggi.
Utilizzate i loro prodotti quotidianamente, ma avete mai pensato alle loro sedi lavorative?
Scordatevi i soliti noiosi e antiquati uffici e scoprite le sedi principali di Apple, Faebook e Google.

 

Vuoi definire la tua strategia di comunicazione per il 2019? 
 Individuare i migliori strumenti e canali da utilizzare?
 Definire il budget da investire?
 Ti regaliamo una consulenza gratuita per capire insieme come impostare il miglior piano marketing per la tua azienda!


{{cta(‘e4d3c841-cd42-4c2d-958d-0a139a3d3d78’)}}

 

Apple Park

 

Nel cuore della Silicon Valley, a Cupertino, si trova l’Apple Park dove si trova un edificio circolare in cui sono state sviluppate molte tra le tecnologie che usiamo ancora oggi.
Questa struttura vuole essere un omaggio allo Xerox PARC degli anni d’oro dei “pirati” della Valley.
Il progetto di Apple Park è stato sviluppato dallo studio dell’architetto inglese Norman Foster, ma è stato Jonathan Ive a supervisionare ogni singolo dettaglio.
All’interno di questo maestoso campus interamente immerso nel verde, troviamo come protagonista un enorme e luminoso cerchio multipiano di acciaio e vetro, completamente autosostenibile dal punto di vista energetico.
Il nuovo quartier generale di Apple ha inoltre recentemente aperto le porte dello Steve Jobs Theater per l’ultimo Keynote dove sono state presentate gli ultimi innovativi prodotti.
L’Apple Park è quindi la sintesi ideologica e industriale di Apple, azienda che è riuscita a rivoluzionare i flussi della tecnologia, dell’arte e della creatività.
Una nuova sede per Apple, tutta dedicata allo spirito di condivisione di Steve Jobs.

 

Facebook e “MPK20”

 

Benvenuti a Menlo Park!
Una piccola cittadina della contea di San Mateo, conosciuta principalmente per ospitare la sede principale del social network Facebook.
Questa imponente struttura, chiamata “MPK20” (nome in codice per Menlo Park – California, building 20), è un centro direzionale di 430.000 metri quadrati costruiti dall’architetto canadese Frank Gehry.
“MPK20” ha l’open space più grande del mondo, una stanza ampia in cui i collaboratori di Facebook possono lavorare insieme, un parco di 9 km sul tetto con oltre 400 alberi e un area di lavoro all’esterno.
Il quartier generale di Facebook rispecchia le grandi idee rivoluzionarie di Mark Zuckerberg.

 

Googleplex

 

Mountain View, nella Contea di Santa Clara, in California, nel pressi di San Jose, si trova Googleplex, il quartier generale di Google.
Googleplex vuole essere un gioco di parole per sottolineare la complessità della struttura dal punto di vista architettonico.
L’interno dell’edificio è arredato in modo originale con lampade colorate, giganteschi palloni di gomma e divani rossi, tutto rispettando rigorosamente i colori di Google.
All’interno si trovano anche numerosi servizi e luoghi di ritrovo per i dipendenti come bar, ambulatori medici e zone relax con sauna.
All’esterno di estende un grande parco con all’interno zone relax e attrezzature per praticare sport.
La struttura di Googleplex si espande non tanto per altezza quanto per superficie, poiché nel tempo sono stati incorporati anche altri edifici vicini oltre a quelli originari.
Oltre al Googleplex, Google ha anche un quartier generale EMEA a Dublino in Irlanda e altri 25 centri dati in tutto il mondo.
Se hai dubbi sull’argomento o vorresti approfondire uno dei punti affrontati precedentemente lasciaci un commento!
Se invece pensi di avere bisogno di una consulenza, contattaci!

 

Vuoi ricevere notizie, consigli e informazioni sul marketing e la comunicazione?

Iscriviti Subito!

{{cta(’37d4e500-5bae-4073-a565-35dc9eb03be1′)}}

 

Articoli Recenti

Buy Buy Birds: un nuovo e-commerce in città

Twitch voce del verbo streammare

Libreria Inserzioni Facebook: trasparenza a portata di click

Hit Estive: siamo davvero pronti ad una nuova Despacito?

Facebook Ads: 5 motivi per cui sono una scelta vincente

WWDC 2020: La prima presentazione Apple senza "uuhhh"

Storytelling: quando raccontare una storia diventa comunicare

Wired Next Fest 2020: 4 mesi di innovazione online

Logo EB Animazione