One Love Manchester

Alice Tarantola 30 Novembre 2018

One Love Manchester

Terrore, urla, confusione e tanta tanta paura. L’attentato del 22 maggio allo stadio Old Trafford Cricket Ground di Manchester, dove hanno perso la vita 22 giovani fan della cantante Ariana Grande, ha sconvolto le vite di molte famiglie e di numerosi ragazzi.
Subito dopo l’accaduto, Ariana Grande ha annullato immediatamente il suo tour in segno di lutto e di vicinanza alle famiglie delle vittime.

 

Vuoi definire la tua strategia di comunicazione per il 2019? 
 Individuare i migliori strumenti e canali da utilizzare?
 Definire il budget da investire?
 Ti regaliamo una consulenza gratuita per capire insieme come impostare il miglior piano marketing per la tua azienda!


{{cta(‘e4d3c841-cd42-4c2d-958d-0a139a3d3d78’)}}

 

La giovane cantante statunitense, però, superato lo shock, ha deciso di reagire a questo atto tremendo e di sostenere le famiglie delle vittime e tutti i giovani amanti della musica e della vita organizzando un’iniziativa benefica nel medesimo stadio in cui è avvenuto l’attentato.
In una settimana Ariana Grande ha convocato numerose personalità famose nel mondo della musica realizzando così un concerto in onore della vita.

 

Un evento musicale emozionante per sostenere la voglia di vivere, di viaggiare, di essere liberi e di condividere momenti meravigliosi insieme nonostante i numerosi tentativi di renderci paurosi. Ariana Grande, concludendo con la canzone “Somewhere over the rainbow”, ha voluto sottolineare che finché si canterà tutti insieme e ci si amerà l’un l’altro, continuare a vivere e volare non sarà di certo un sogno irrealizzabile.
Il concerto, che ha visto presenti personaggi come Miley Cyrus, Victoria Monet, Coldplay, Katy Perry, Robbie Williams e Liam Gallagher, è stato trasmesso in diretta su numerosi canali televisivi inglesi ed internazionali e in diretta Facebook.

 

Durante la diretta Facebook, che è durata più di tre ore, è stata attivata la possibilità di partecipare alla raccolta fondi per sostenere le famiglie colpite dall’attentato.
Solo su Facebook sono stati raccolti oltre $ 450.00,00.
Ancora una volta il social più utilizzato al mondo è stato orgoglioso di poter aiutare un’iniziativa benefica a sostegno dei giovani e della loro libertà.

 

Inoltre Zuckerberg, visti i numerosi episodi terroristici, ha messo a disposizione nel 2014 l’applicazione “Stai bene? Dillo a Facebook”.
Questa funzione consente alle persone di comunicare che stanno bene ad amici e parenti e di mettersi in contatto con le persone a cui tengono in modo rapido e semplice.
Utilizzando questa applicazione durante una situazione d’emergenza è possibile comunicare ad amici e parenti che stiamo bene, controllare come stanno le persone a noi care che vivono nella zona interessata e condividere le informazioni che sulle condizioni di un amico o un familiare.

 

Se hai dubbi o vorresti approfondire uno dei punti affrontati precedentemente lasciaci un commento!

Vorresti avere un nostro parere? Contattaci per una consulenza.

 

Vuoi ricevere notizie, consigli e informazioni sul marketing e la comunicazione?

Iscriviti Subito!

{{cta(’37d4e500-5bae-4073-a565-35dc9eb03be1′)}}

 

Articoli Recenti

La necessità di una comunicazione istituzionale, contro il virus, più rassicurante

Frecce Tricolori e l'inaspettato giro sull'Italia

Impressions: la pericolosa app per creare deepfake credibili

Eventi digitali: inizia la trasformazione

Un nuovo inizio. Un passo alla volta.

“La Lombardia è pronta”: l’ennesimo tentativo di nascondere i propri errori

Pokémon GO si modifica per rispettare la quarantena

Call of Duty Mobile in vetta alle classifiche dei giochi più utilizzati

Logo EB Animazione