“Trump Yourself”, Hillary Clinton dà lezioni di social media

Eleonora F. Grotto 6 Dicembre 2018

“Trump Yourself”, Hillary Clinton dà lezioni di social media

Rientrate anche voi in una delle centinaia di categorie additate da Donald Trump come l’origine dei mali del mondo?

Vuoi definire la tua strategia di comunicazione per il 2019? 
 Individuare i migliori strumenti e canali da utilizzare?
 Definire il budget da investire?
 Ti regaliamo una consulenza gratuita per capire insieme come impostare il miglior piano marketing per la tua azienda!


{{cta(‘e4d3c841-cd42-4c2d-958d-0a139a3d3d78’)}}

 

Non siete un maschio bianco, eterosessuale, repubblicano e amante delle armi?

Allora apprezzerete sicuramente l’ultima brillante idea messa in campo dallo staff della candidata democratica Hillary Clinton! Per la prima volta nel corso di queste elezioni il sito web www.hillaryclinton.it è andato in down a causa dei troppi accessi; ma qual’è il motivo di questo boom di visualizzazioni?

Semplice!

 

Cattura

 

Lo staff di Hillary ci delizia creando un’applicazione Facebook che probabilemente non è innovativa in termini di prodotto (si tratta di un semplicissimo meme generator), ma che ci permette di metterci nei panni di tutti coloro che nel corso di questi mesi hanno ricevuto per una qualsiasi ragione, un insulto dal candidato repubblicano (la lista è lunga: politici, personaggi dello spettacolo…).

Dal momento in cui ha deciso di candidarsi, Donald Trump ha speso parole non proprio “gentili” nei confronti di donne, messicani, neri, omosessuali, insomma, chiunque non rientrasse nella casistica di maschio bianco (eccetera, eccetera), di cui abbiamo accennato poco fa.

Da lì l’idea.

Accedendo con il proprio account Facebook è possibile creare dei meme personalizzati in cui il magnate più famoso del mondo insulta proprio te!

 

Cn6JW52XgAAQzfG-300x300

 

 

Dopo il lancio, avvenuto attraverso i canali social di Hillary

“Scopri quello che Trump pensa di te. Ora sappiamo cosa Trump pensa davvero di noi. Triste”.

il successo dell’applicazione è stato praticamente immediato.

L’hashtag #TrumpYourSelf ha scalato la classifica delle tendenze arrivando in cima molto rapidamente e come già detto, per la prima volta in 15 mesi il sito della candidata democratica non ha retto alle innumerevoli visite.

Ma lasciamo perdere per un attimo la portata social di quest’idea… Che cosa ha portato invece nella campagna elettorale della Clinton?

Nei mesi scorsi si è parlato molto spesso dell’incapacità dell’aspirante presidente di creare un legame emotivo con il suo elettorato, troppo dura, troppo “politica”…

 

La genialità dell’idea sta proprio qui.

Trump da mesi offende la ex first lady e insieme a lei tutte le minoranze presenti negli Stati Uniti, quale migliore idea se non creare un filo che la unisca a queste minoranze? Mettersi dalla loro stessa parte?

TrumpYourSelf potrebbe essere una notevole trovata politica oltre che una brillante idea di marketing.

Riuscirà Hillary a colmare il gap sentimentale che la separava dai suoi elettori o queste elezioni saranno vinte dal “Billionaire Boss”?

 

In attesa di scoprirlo….

TrumpYourSelf!

 

#staytuned

 

ps: se vi è piaciuto questo articolo potreste trovare divertente anche questo sito! VAI AL SITO WEB

 

Vuoi ricevere notizie, consigli e informazioni sul marketing e la comunicazione?

Iscriviti Subito!

{{cta(’37d4e500-5bae-4073-a565-35dc9eb03be1′)}}

 

Articoli Recenti

Chiara Ferragni agli Uffizi: boom di visitatori

Pubblicità in radio nel 2020: si o no?

Credito d'Imposta Investimenti Pubblicitari: 50% dell'intero valore

6 Serie Tv da Non Perdere

Buy Buy Birds: un nuovo e-commerce in città

Twitch voce del verbo streammare

Libreria Inserzioni Facebook: trasparenza a portata di click

Hit Estive: siamo davvero pronti ad una nuova Despacito?

Logo EB Animazione